Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informativacookies

Centro Contro la Violenza alle Donne

CENTRO ANTIVIOLENZA “PAOLA MANZINI”

Vignola in via Marconi, 4

Lunedì, giovedì e venerdi dalle 9 alle 13
Martedì dalle 14 alle 18
Tel. 05777684

Pavullo nel frignano, in via Matteotti, 5
Presso la Casa del Volontariato

Mercoledì dalle 9 alle 13
Tel. 345/1670479


Nei distretti di Vignola e Pavullo nel Frignano nasce nel 2016 il Centro Antiviolenza “Paola Manzini”, dotato di due sportelli di ascolto ed una Casa rifugio ad indirizzo segreto destinata a donne e figli minori in situazione di pericolo a causa della violenza subita, gestiti dall’Associazione Casa delle Donne contro la violenza ONLUS di Modena mediante una convenzione con l’Unione Terre di Castelli e l’Unione dei Comuni del Frignano, frutto dell’aggiudicazione di un bando di co- progettazione.

Il Centro contro la Violenza di Vignola e Pavullo, si colloca all’interno di una complessa rete locale di soggetti e servizi che, a vario titolo, si occupano del fenomeno della violenza maschile contro le donne. Hanno il compito di aiutare la donna, di ascoltarla, di informarla, sostenerla, indirizzarla e orientarla ai vari servizi del territorio per favorire la sua uscita dalla situazione violenta.

Il Centro Antiviolenza, avvalendosi di operatrici e volontarie che hanno sviluppato competenze specifiche nell’ambito della prevenzione e contrasto alla violenza di genere, persegue anche finalità di sensibilizzazione, prevenzione e ricerca rispetto al tema della violenza contro le donne. Promuove iniziative pubbliche, attività di formazione rivolte ad operatrici/ori dei Servizi e di altre agenzie del territorio. Inoltre effettua interventi di informazione e di formazione rivolte alla ciittadinanza e nelle scuole secondarie di primo e secondo grado dei distretti di Vignola e Pavullo sul tema della violenza maschile contro le donne in vista della prevenzione e della comprensione del fenomeno fra i giovani.

Riferimenti:

Ilaria Businaro, responsabile

Sara Tollari, funzionario

Inserita il 13/06/2018 -- Aggiornata il 03/06/2020 ore 10:35 -- N° visioni: 2.696